Articoli

INDIA: Darjeeling, il fantastico mondo del tè

Darjeeling oggi

Da vera appassionata di tè, da anni cercavo l’occasione di un viaggio per conoscere da vicino le tecniche di coltivazione e lavorazione di questo prodotto della terra che, come nessun altro, ha saputo stimolare rituali, avvicinare le culture, diventare gesto di ospitalità ed anche espressione di una precisa arte di vivere. E’ nei terreni dove altre piante muoiono, a un’altitudine elevata, con clima caldo, poco vento e fitte nebbie mattutine che crescono le più belle foglie di “Camellia sinensis”, offrendo paesaggi incantevoli. Dalla sua scoperta fino all’inizio del Seicento, il tè è rimasto sconosciuto in Occidente: fu grazie all’audacia di un botanico inglese che “rubo'” il segreto della sua fabbricazione, che iniziò ad arrivarvi, dapprima con le carovane, poi con le compagnie marittime. La sua qualità dipende dalla natura dei terreni e dal clima, ma anche dai gesti compiuti durante la raccolta e la lavorazione: si classifica infatti per metodo di raccolta e per colore e offre un’infinita varietà di sapori.  La Camellia sinensis cresce rigogliosa in molte aree della Cina, del Giappone, della Corea, di Ceylon, dell’Indonesia, del Vietnam, perfino del Kenya.

Continua a leggere

INDIA: sulla Singalila Ridge tra India e Nepal

Il rifugio di Sandakphu, tra India e Nepal

Avevo sentito parlare di un trekking con panorami mozzafiato nella regione di Darjeeling, nel West Bengal. Mi sono un pò documentato su internet ed ho effettivamente trovato un percorso che sembrava interessante, ma poi ho lasciato perdere. Dopo qualche settimana la lettura di un bel libro di Stefano Ardito, “Kangchenjunga, il gigante sconosciuto”, mi ha aperto gli occhi. Con Cristina dovevamo organizzare il nostro viaggio di primavera, quello tradizionale che coincide con il nostro anniversario di matrimonio, e abbiamo discusso di un itinerario in quella zona dell’India. Si è appassionata subito anche lei a questo itinerario ancora poco conosciuto, come la montagna che ne fa da sfondo, il Kangchenjunga.

Continua a leggere

Bimba del Darjeeling

INDIA: incontri imprevisti, da Calcutta al Darjeeling, fino ai piedi del Kangchenjunga

Prima tappa

Calcutta. La città della gioia

Era da anni che non tornavo a Calcutta…. Ho ritrovato il solito girone dantesco: milioni di abitanti, uno sopra l’altro con 40 gradi e aria irrespirabile…c’è chi si lava i denti con l’acqua di pozzanghera, chi scuoia un animale, chi si fa togliere un dente e chi come un fiore sta immobile per ore e si accascia a sera per rialzarsi al mattino.Il tutto immerso nello smog e nel rumore assordante di migliaia di clacson…questa è la città della gioia.

Baracche di Calcutta

Continua a leggere

INDIA: isole Andamane, a due passi dalla Birmania ma con il fuso orario di New Dehli

Havelock, Spiaggia 5, Isole Andamane

Se siete alla ricerca di una località balneare glamour, dotata di spiagge attrezzate, divertimenti notturni  e, magari,  anche facilmente raggiungibili con un comodo volo,  le Isole Andamane sono sicuramente da sconsigliare. Si tratta semmai di una destinazione quasi mitica, capace di animare sogni e desideri dei viaggiatori fuori rotta, di quelli  cioè sempre ostinatamente alla ricerca di mete particolari, costi quel costi (in tutti i sensi). Continua a leggere