Il palco del festival au Desert a Essakane

MALI: c’era una volta il “Festival au Desert”

L’Africa è un continente spettacolare, ma dai viaggiatori più “esperti” si sente spesso parlare di un paese ormai chiuso al turismo da anni per via dei ripetuti assalti terroristici e degli scontri in corso tuttora in certe sue aree. Si tratta del Mali, una delle perle dell’Africa sahariana e subsahariana. Non poterlo più visitare è un vero peccato, perchè il Mali è davvero un paese che ha un immenso patrimonio culturale, storico e naturalistico da offrire. Ho pensato allora di inserire nel blog un articolo che spieghi a chi non è mai potuto andare e ricordi a chi l’ha visitato, quali sono le bellezze di questo grande stato dell’Africa occidentale.

Continua a leggere

SAHARA OCCIDENTALE: i perchè di un viaggio,

Kyte-surf e le palme dell’Ocean Vagabond sullo sfondo

Si parla raramente, nei blog di viaggi, della REPUBBLICA ARABA SAHARAWI, meglio conosciuta come SAHARA OCCIDENTALE. In effetti questo avviene per diversi motivi.

Il primo è ovviamente, che ben poche persone si avventurano in una zona desertica, con un clima ostile, un territorio monotono quasi completamente costituito da sabbia, sassi e rocce, e per di più contesa al Marocco dal popolo Saharawi. Oltre a ciò, chi la cita, lo fa all’interno di articoli riguardanti il Marocco, dal momento che il potente stato maghrebino considera il territorio come definitivamente acquisita alla sua sovranità.

Ma ci sono anche buoni motivi per dedicare un articolo a questo sotto certi aspetti, disgraziato angolo di mondo, e qui cercherò di spiegarli. Continua a leggere

MAURITANIA: appunti di viaggio: da Arezzo a Chinguetti e ritorno

SBARCO A TANGERI

Dopo due giorni di “grande nulla” in navigazione, avevamo messo in conto almeno un paio di ore di ritardo per il mare agitato ed altrettante per le pratiche doganali. Ma non ci aspettavamo uno sbarco così all’insegna del caos totale, con auto incastrate, uscite in retromarcia, imprecazioni e ingorghi. Né tanto meno ci immaginavamo doganieri che raccolgono alla rinfusa documenti tra le auto e poi, a caso, dopo controlli assurdi, si mettono a cercare i rispettivi proprietari in mezzo al caos dei mezzi in attesa…Diciamo che ci è servito a capire il concetto di “entropia”…Nonostante ciò, a mezzanotte, avevamo già raggiunto un fiabesco alberghetto/camping alla periferia di Marrakech, a 600 km da Tangeri… 

Continua a leggere

ZIMBABWE: attenzione agli elefanti!

Branchi alla ricerca della (poca) acqua disponibile

L’idea iniziale era di dedicare una settimana ad un progetto di volontariato con i leoni ed altrettanti giorni alla visita dei principali parchi dello Zimbabwe.  Forse per un eccesso di zelo, abbiamo comprato il volo internazionale senza verificare la fattibilità delle nostre intenzioni che, nell’arco di pochi giorni, sono inesorabilmente franate.

Tranne qualche progetto più adatto ad aspiranti veterinari che ad incompetenti in materia come noi,  le altre proposte di volontariato a favore della tutela dei simpatici gattoni sembravano poco serie, quasi dei bluff.

Continua a leggere

BOTSWANA: campeggiare nella savana

Il campeggio a Third Bridge

Organizzare un viaggio in Botswana mette a dura prova i nervi anche dei più navigati frequentatori del continente africano. Prezzi esorbitanti, clima insopportabilmente caldo, voli costosi e strade impossibili. E paradossalmente difficoltà nel prenotare un mezzo di trasporto ed un alloggio dall’Italia perché on line risulta tutto inspiegabilmente già terminato, quasi fosse una destinazione di massa soggetta al “tutto esaurito”.

Continua a leggere

OMAN: tra deserti e castelli

Wadi Al-Hawqaiyn

Muscat, mercato del pesce

Oman e Yemen sono paesi dal fascino esotico che riportano alla mente i fasti del regno della favolosa Regina di Saba, personaggio al margine tra storia e mito, immagini di carovane di cammelli cariche di profumi e sete preziose, che attraversano deserti e regioni ostili. Arrivando a Muscat, la capitale dell’odierno Oman, che assieme allo Yemen occupa la parte inferiore della Penisola Arabica, la percezione è un pò diversa. La città non è, come altre capitali del golfo, costruita solo su misura di SUV, potenti auto 4X4 che sfrecciano nei viali smisurati, nel caldo che avvolge tutto e che dà respiro solo grazie all’aria condizionata dei grandi centri commerciali. Muscat va anche oltre. Continua a leggere

LIBIA: il deserto del Murzuq

Tra le dune del Murzuq

Prima che la Libia fosse travolta dalla rivoluzione, era il sogno di chi possedeva un fuoristrada attrezzato per il deserto. I grandi spazi desertici che si aprono a sud di Tripoli però richiedono cautela, organizzazione e competenza elevate. Conoscendo l’associazione “Latitudini” e il suo fondatore Roberto Cattone, grande esperto di guida su sabbia e profondo conoscitore delle profondità sahariane, mi sono unito volentieri per visitare attraverso un itinerario piuttosto inconsueto il paese che allora era governato da Mohammar Gheddafi.

Continua a leggere

TUNISIA: l’Africa a portata di mano

TUNISIA: l’Africa a portata di mano La prima volta che sono stato in Tunisia, molti anni fa, fu solo per spostarmi velocemente verso il confine algerino e raggiungere, attraverso la RN 48 la cittadina di El Oued. Passai da Tozeur e Nefta e mi proposi di tornare in quei luoghi con molta più calma. Quella […]