Moschea sospesa sull'acqua del Sungai Mahakam

INDONESIA: Kalimantan, cosa fare nel Borneo Indonesiano

Orang-outan nel Borneo Indonesiano

Orang-outan al Samboja Lestari

Kalimantan, perchè andare

Perchè andare fino nel Kalimantan, il Borneo meridionale, politicamente appartenente all’Indonesia? Perchè, dopo tante ore di viaggio, si dovrebbe saltare su un altro aereo per dirigersi verso un’isola massiccia, montuosa e meteorologicamente instabile, dove le belle spiagge sono poche e situate su isole remote?

Proviamo a spiegarlo in questo articolo, in cui parliamo del nostro viaggio nel Borneo indonesiano, che è stato breve, ma entusiasmante sotto tanti aspetti. Continua a leggere

SAHARA OCCIDENTALE: i perchè di un viaggio,

Kyte-surf e le palme dell’Ocean Vagabond sullo sfondo

Si parla raramente, nei blog di viaggi, della REPUBBLICA ARABA SAHARAWI, meglio conosciuta come SAHARA OCCIDENTALE. In effetti questo avviene per diversi motivi.

Il primo è ovviamente, che ben poche persone si avventurano in una zona desertica, con un clima ostile, un territorio monotono quasi completamente costituito da sabbia, sassi e rocce, e per di più contesa al Marocco dal popolo Saharawi. Oltre a ciò, chi la cita, lo fa all’interno di articoli riguardanti il Marocco, dal momento che il potente stato maghrebino considera il territorio come definitivamente acquisita alla sua sovranità.

Ma ci sono anche buoni motivi per dedicare un articolo a questo sotto certi aspetti, disgraziato angolo di mondo, e qui cercherò di spiegarli. Continua a leggere

REUNION: il più esotico dei “mari e monti”

     Come spesso accade, i viaggi dai quali ci si aspetta di meno sono quelli che si rivelano più sorprendenti.

A me e Cristina è successo proprio questo visitando Réunion, una meta scelta con qualche incertezza, vuoi per il limitato tempo a disposizione (una decina di giorni), vuoi per la difficoltà di raggiungerla (è territorio francese, dunque ci si vola solo dalla Francia, con low cost o Air France), ma che si è rivelata senza dubbio una destinazione che può offrire davvero un mondo di opportunità. Continua a leggere

MAURITANIA: appunti di viaggio: da Arezzo a Chinguetti e ritorno

SBARCO A TANGERI

Dopo due giorni di “grande nulla” in navigazione, avevamo messo in conto almeno un paio di ore di ritardo per il mare agitato ed altrettante per le pratiche doganali. Ma non ci aspettavamo uno sbarco così all’insegna del caos totale, con auto incastrate, uscite in retromarcia, imprecazioni e ingorghi. Né tanto meno ci immaginavamo doganieri che raccolgono alla rinfusa documenti tra le auto e poi, a caso, dopo controlli assurdi, si mettono a cercare i rispettivi proprietari in mezzo al caos dei mezzi in attesa…Diciamo che ci è servito a capire il concetto di “entropia”…Nonostante ciò, a mezzanotte, avevamo già raggiunto un fiabesco alberghetto/camping alla periferia di Marrakech, a 600 km da Tangeri… 

Continua a leggere

MALESIA: nel Borneo è ancora avventura

Disboscamenti nel Borneo Malese

Informazioni utili per organizzare un viaggio zaino in spalla nel Borneo

Perchè andare

Sarawak e Sabah evocano nella mente di molti i racconti di Salgari su Sandokan e le “Tigri della Malesia”. Pensare ad un viaggio nel Borneo significa avere voglia di un viaggio emozionante e, se possibile, avventuroso. Nonostante l’isola del Borneo sia stata sfruttata per le sue risorse naturali (il Kalimantan, la parte indonesiana, per il petrolio, Sabah e Sarawak per il legname) e dunque l’ambiente abbia subito duri colpi, è ancora possibile trovare emozione ed avventura in un contesto naturale assolutamente straordinario. Il mio viaggio nel Borneo Malese è stato dunque un’esperienza entusiasmante. Ecco perchè e come organizzarsi per fare altrettanto. Continua a leggere

HAITI: cronaca di un viaggio improbabile

Jacmel,

HAITI: cronaca di un viaggio improbabile

Perchè andare

Negli ultimi anni Haiti è stato devastato da terremoti ed epidemie. Prima di questi eventi catastrofici però, non stava molto meglio. Io ci sono andato una decina di anni fa e la situazione che ho trovato era veramente pietosa. Ma cosa mi ha spinto ad avventurarmi fin lì? Ero in viaggio nell’isola di Hispaniola e girovagavo nella parte orientale godendomi la tranquillità delle spiagge della Repubblica Dominicana, quando mi cadde l’occhio su una linea di bus che portava a Port-au-Prince. Non serviva il visto e allora comprai il biglietto senza pensarci troppo su. Continua a leggere

GIBUTI: inquietudini geologiche e professionalità bizzarre

Rivendita di sale

Tutte le inquietudini, geologiche e politiche, del pianeta sembrano vibrare nello stato di Gibuti: stretto tra Eritrea, Etiopia e Somalia ed affacciato sul Golfo di Aden nella parte meridionale del Mar Rosso,  il piccolo Paese quasi si identifica  con l’omonima capitale, dove risiede la gran parte della popolazione. Il clima e ilterritorio sono tra i più inospitali del pianeta: siamo infatti nella depressione della Dancalia, una regione del corno d’Africa che comprende oltre allo stato di Gibuti, anche parte dell’Eritrea e dell’Etiopia e si caratterizza per temperature elevatissime, attorno ai 50 gradi nei mesi più caldi.

Continua a leggere