BIRMANIA: Ngapali Beach, il paradiso che non ti aspetti

La spiaggia di Ngapali

Ngapali beach: il paradiso che non ti aspetti

Un autentico paradiso:  mare turchese, sabbia bianca immacolata, palme da cocco che si lasciano accarezzare da una costante brezza e, soprattutto,  pace e silenzio. Questa è Ngapali Beach, un eden tropicale che si affaccia sul Golfo del Bengala e che  non ti aspetti di trovare perché, normalmente, le spiagge di una simile bellezza sono già diventate mete di turismo di massa e finite nelle mani di speculatori che hanno cementificato ogni angolo.

Il fatto che la Birmania, con la sua tenace dittatura, sia rimasta per molto tempo al di fuori dei classici circuiti turistici sicuramente spiega l’autenticità di questa località dove si può passeggiare per ore sul lungomare incontrando solo qualche pescatore o qualche tranquillo abitante, per niente interessato a venderti oggetti, chiederti soldi o proporsi per qualche escursione. Già questo aspetto è ormai una rarità, un vero lusso.

Imbarcazioni dei pescatori

Nella mia “carriera” di viaggiatrice ho visitato innumerevoli località di mare: nel Mediteranno, ai Caraibi, nell’Oceano Pacifico e in quello Indiano. Sicuramente Ngapali beach è la spiaggia che mi ha colpito di più per la sua bellezza selvaggia e intatta, capace di infondere benessere e energie positive.  Il colore cristallino dell’acqua, la sua accogliente temperatura e la mancanza di onde ed increspature sono un costante invito a lasciarsi cullare dal mare. Per chi ama passeggiare sul bagnasciuga o andare  a correre, ci sono decine di chilometri di sabbia fresca e compatta da percorrere in totale tranquillità. Allo stesso tempo, c’è una grande varietà di piccoli ristoranti, molto semplici e spartani ma davvero deliziosi: per una manciata di dollari ti grigliano frutti di mare e pesce freschissimo, accompagnati da succhi di frutta naturali (di mango, anguria, papaya, arancia etc.) appena spremuti. Sono così vicini al mare che, di sera, appena sale la marea, ti può capitare di iniziare a cenare e, all’improvviso, sentire l’acqua alle caviglie.

Ristorantini sulla spiaggia

In alternativa, anche all’interno del centro abitato, c’è un’ottima scelta di piccoli ristoranti: nulla di lussuoso o di vistoso, ma tutto molto autentico e accogliente. Anche l’offerta alberghiera evita i lussi e le esagerazioni. Si tratta di strutture nascoste tra la vegetazione, a volte molte semplici, in altri casi più eleganti, ma sempre all’insegna della sobrietà. Noi abbiamo scelto il Bay View, per la sua magnifica posizione e la spiaggia privata da cui si potevano ammirare tramonti da favola.  Non ce ne siamo pentiti: il rapporto qualità/prezzo si è rivelato eccellente ed abbiamo ampiamente apprezzato anche le ottime colazioni, la possibilità di noleggiare gratuitamente le biciclette e il comfort delle camere da letto.

Arrivare a Ngapali non è complicato: ci sono veloci ed economici voli aerei dalle principali città della Birmania.  Questo potrebbe essere il punto debole di questa località: scommettiamo che tra non molti anni anche questo piccolo paradiso diventerà un “turistificio” con tutti gli effetti collaterali del caso?

Spiaggia bianchissima

Per questo il mio consiglio è… andateci il prima possibile, ne vale  la pena! Così come, sicuramente, vale la pena visitare il resto della Birmania: un Paese ricco di stupa e pagode, con ampie aree rurali coltivate a mano da laboriosi contadini,  fiumi da percorrere lentamente a bordo di imbarcazioni con sedie di vimini, laghi in cui i pescatori sembrano degli equilibristi in piedi su un un’unica gamba nelle loro piccole imbarcazioni e giovani monaci ad ogni angolo di strada. La mia speranza è che questo Paese sappia nei prossimi anni percorrere la strada della democrazia e di una crescita economica equilibrata, rispettosa dell’ambiente e di chi ci vive!

La piscina del Bay View

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *